CAPITOLO 33

Il Network Marketing

 

“Chi si occupa di marketing migliora le cosa facendo accadere il cambiamento”.
Seth Godin

 

 

Prima di terminare il libro, non potevo non dedicare un capitolo a un argomento a me caro: il network marketing.

Una gestione alternativa del modo di lavorare, un’occasione di carriera, un sistema per moltiplicare i propri guadagni e di creare un’ampia rete di collaboratori: sono queste le caratteristiche e opportunità che può offrire questo modello di business.

Per ottenere risultati, tuttavia, è importante comprendere cos’è e come funziona.

Che cos’è il Network Marketing?
Immagina di poter moltiplicare esponenzialmente le potenzialità di un business tradizionale, coinvolgendo nella tua attività altri venditori, i quali a loro volta potranno 1) proporre il prodotto ad altri, e 2) reclutare nuovi venditori, e così via, senza un reale limite alla crescita della rete di clienti e collaboratori. Questa, in sostanza, è l’attività di Network Marketing, definito anche come Multi-Level Marketing (marketing a più livelli).

Il modello multi-livello prevede di vendere un certo prodotto o servizio a una base di clienti, creando una rete di contatti la più ampia possibile, all’interno della quale verranno progressivamente inseriti dei venditori.

La creazione e l’attuazione di una simile strategia, naturalmente, richiede almeno due requisiti: da un lato, la capacità di scegliere un’azienda seria e affidabile e proporre prodotti o servizi che siano davvero aderenti alle esigenze del mercato; dall’altro, quella di individuare soggetti capaci di inserirsi a pieno titolo nella tua rete vendita in qualità di partner o distributori.

Se storicamente il Network Marketing è nato come metodo di vendita “porta a porta” e si è basato prevalentemente sul semplice passaparola tra amici e parenti, oggi il sistema ha subito una rivoluzione grazie a Internet. La possibilità di connettersi con una platea potenzialmente infinita di persone attraverso i social network e l’uso della pubblicità online, ci permette di sviluppare la nostra attività e di contattare un numero davvero ampio di persone a cui promuoversi.

 

Similitudini e differenze con altri sistemi
Il sistema di cui ti sto parlando non va confuso con altri con cui presenta delle somiglianze. Il riferimento è all’Affiliate Marketing e alle vendite piramidali o schema Ponzi.

Per quanto concerne il primo, l’approccio rispetto al network marketing è molto diverso. Nell’Affiliate Marketing ti inserisci all’interno della catena distributiva di un’azienda promuovendo prodotti o servizi e ricavando, per ogni vendita generata, una percentuale a titolo di commissione. È l’azienda che realmente vende il prodotto che si occupa della distribuzione e consegna. All’affiliato spetta il compito di promuoverlo.

In questo sistema non è presente un network multi-livello. L’Affiliate Marketing, per certi versi, è la versione moderna del lavoro del rappresentante: l’affiliato presenta e promuove prodotti e servizi per conto di un’azienda e incassa la commissione.

Molto più importante, invece, è distinguere il Network Marketing dalle vendite piramidali, soprattutto perché queste ultime sono illegali in Italia e in molte parti del mondo. Le vendite piramidali possono celare, dietro un piano di marketing multi-livello, una vera e propria truffa. Succede, ad esempio, quando si vendono kit, prodotti o servizi - ad aspiranti promoter ignari - che in realtà non esistono o esistono solo sulla carta o che verranno consegnati in futuro (spesso incerto e non definito). In questo caso, infatti, l’unico obiettivo della vendita è quello di reclutare persone in una rete infinita per carpire la quota d’iscrizione della loro fasulla affiliazione.

Come funziona il Network Marketing?
Il meccanismo di funzionamento del marketing multi-livello è semplice. Se decidi di lanciarti in questa avventura, dovrai procedere in via parallela su due strade: da un lato dovrai promuovere al meglio i prodotti da vendere; dall’altro dovrai costruire un network di venditori capaci, da includere nella tua rete vendita e nella tua strategia.

Qui non contano solo i tuoi successi personali, ma anche quelli della tua squadra: non dovrai solo selezionare venditori, ma anche essere pronto a gestire la collaborazione con i diversi membri, così da incrementare i profitti di ognuno.

All’interno della rete vendita, ciascun componente si occupa di distribuire e vendere i prodotti o servizi e, al contempo, di estendere ulteriormente la squadra con altre persone da includere nel network. In questo modo, ciascuna persona, appartenente a un livello specifico di carriera, potrà beneficiare di ulteriori introiti e commissioni derivanti dal giro d’affari delle persone inserite nei livelli sottostanti.

Quali guadagni derivano dal Network Marketing?
Le fonti di profitto di cui puoi beneficiare sono molteplici. Da un lato, infatti, continuerai a guadagnare in base alle vendite dirette che gestirai personalmente. Dall’altro, trarrai vantaggi dall’abilità degli altri componenti del network della tua rete, guadagnando una percentuale variabile sulle loro vendite. Infine, puoi guadagnare ulteriori compensi se riesci a raggiungere obiettivi specifici o i traguardi fissati dall’azienda.

Molti, davanti alla spiegazione del meccanismo di questo modello di business, potrebbero lamentarsi del fatto che le prospettive di guadagno delle persone presenti nei livelli inferiori sono più basse rispetto ai vertici del network. Infatti, essi non potranno godere di commissioni sulle vendite operate da altri, almeno fino a quando non riescono a introdurre venditori in posizione subordinata alla loro. In realtà, questo sistema è decisamente meritocratico e, a chiunque vi aderisce, vengono date le stesse opportunità di guadagno e di carriera concesse a chi ha iniziato in un periodo precedente, e che ha - come è normale che sia - guadagni maggiori per via della rete che ha creato personalmente e con l’aiuto del suo team.

Uno degli obiettivi più importanti del network marketing è quello di creare una rete ampia di distributori, potenzialmente infinita, sotto di sé in ordine gerarchico. Questo perché i propri guadagni aumentano esponenzialmente e progressivamente all’aumentare della grandezza della rete. È vero che dai propri subordinati le commissioni di guadagno sono a volte esigue, ma è anche vero quel che ha affermato J. Paul Getty, famoso imprenditore, in merito ai compensi derivanti da questa tipologia di lavoro: “Preferirei ricevere compensi e commissioni dall’1% degli sforzi di cento persone piuttosto che il 100% dei miei”.

Come avviare un’attività di Network Marketing?
A questo punto ti starai chiedendo come iniziare.

Il primo passo è quello di trovare un’azienda e un prodotto di qualità e di valore, che ha una buona presa sul mercato. Se l’azienda non possiede già un proprio network di distribuzione, potresti avanzare la proposta di crearne uno, naturalmente pianificando al meglio i dettagli del suo funzionamento o richiedendo il supporto di aziende specializzate che offrono consulenza e assistenza in quest’ambito.

Viceversa, potrai farti introdurre in un sistema già esistente: la qualifica potrà essere quella di distributore, incaricato alle vendite o promoter. Da qui in poi, spetterà a te non soltanto massimizzare le vendite dirette del prodotto, ma anche individuare abili e determinati venditori da introdurre nel gruppo, curandone la formazione e incentivandone le possibilità di carriera e di successo. Grazie al lavoro di squadra, potrai ambire a ottenere grandi soddisfazioni.

 



Indice del libro
 

Whatsapp