CAPITOLO 16

Notorietà e autorevolezza

 

“Se lavori soltanto per i soldi, non ce la farai mai, ma se ami ciò che fai e se metterai sempre al primo posto il Cliente, il successo sarà tuo”.
Ray Kroc

 

 

Costruire una buona reputazione, accrescere la notorietà e l’autorevolezza sono di fondamentale importanza in una strategia marketing e in un mondo dove i consumatori sono sempre più attenti e diffidenti: prima di fare un acquisto vogliono avere certezze ed essere rassicurati.

In questo senso, il web sta avendo un ruolo centrale: se un numero elevato di persone danno un giudizio negativo su un prodotto, un servizio o un’azienda, la sua sopravvivenza è a rischio.

Un esempio reale successe qualche anno fa a casa mia. Mia moglie, intenzionata ad acquistare un materasso, vide un’interessante offerta pubblicitaria in TV. Chiamò l’azienda per avere informazioni sui modelli, modalità di pagamento e tempi di consegna. Era lì lì per fare l’ordine quando una vocina nella testa le disse di verificare su Internet le recensioni e la soddisfazione dei clienti. Su Google My Business il 70% delle recensioni erano negative! frown Gente che si lamentava del prodotto, altri della consegna, altri ancora del servizio post-vendita. Punteggio 2,7 su una scala da zero a cinque. Ovviamente, dopo aver letto questo dato, cambiò idea e non proseguì con l’ordine.

Se la tua reputazione sul web è negativa, devi correre ai ripari, e anche velocemente. Anche la mancanza di dati sulla reputazione può rendere diffidenti le persone. Se non sei presente sul web devi certamente attivarti in tal senso, e se sei già presente devi prenderti cura delle recensioni degli utenti. È buona norma rispondere a tutti, anche solo con un “Grazie”, ed è altrettanto importante rispondere a chi lascia giudizi negativi. In quest’ultimo caso, la risposta migliore è chiedere scusa se doveroso e necessario, usando toni pacati e cercando per quanto possibile di trovare una soluzione al problema che si è verificato. La reazione più dannosa, in questi casi, è gettare benzina sul fuoco usando toni polemici e accusatori.

Alcuni imprenditori, proprio per non esporsi al giudizio degli altri, tendono a evitare di apparire sul web o sui social, ma se offri un servizio o prodotto di qualità e se ti relazioni in modo corretto con il pubblico e i clienti, cosa devi temere? Se hai timore è perché probabilmente il tuo modo di lavorare è soggetto a critiche negative. La soluzione non è stare lontano dal web. La soluzione è cambiare modo di lavorare, iniziare a offrire prodotti di qualità e di valore, essere gentili e dare al cliente le dovute attenzioni. Così facendo, la tua azienda o il tuo nome può costruirsi una buona e solida reputazione.

La regola aurea consiste nell’operare sempre con il focus rivolto a un miglioramento continuo della tua reputazione, notorietà e autorevolezza. Per fare questo, devi mettere al centro della tua attività il cliente e i suoi bisogni, non te stesso o il fatturato. Si lavora in questa direzione in molti modi e si raccolgono i frutti, sempre.

Anche chiamare un cliente per scusarsi per non aver dato un servizio all’altezza delle aspettative, contribuisce a mantenere buoni rapporti che si rifletteranno poi sulla reputazione dell’azienda o del professionista.

I clienti insoddisfatti sono le persone più importanti di cui occuparsi. Ai disservizi si risponde offrendo una soluzione al problema che si è venuto a creare. Ricorda che il passaparola è velocissimo: mostrarsi propositivi, gentili e fornire un servizio di qualità deve essere la prima regola di un imprenditore.

Anche attraverso i social puoi contribuire ad aumentare la tua reputazione e autorevolezza in tanti modi, ad esempio promuovendo testimonianze positive, regalando un e-book o pubblicando contenuti e post di valore.

Fai in modo che la tua notorietà aumenti contemporaneamente all’autorevolezza: le persone danno molto peso a questi due aspetti. Diventare noti per fatti negativi o perché si vende un prodotto scadente non rientra nei nostri obiettivi. Notorietà vuole dire farsi conoscere. L’autorevolezza, invece, la costruisci distribuendo valore, fornendo soluzioni, risolvendo problemi.

Se sull’importanza del valore abbiamo ampiamente argomentato, vorrei soffermarmi invece sulla notorietà del brand, e in particolare su due aspetti: come valutare la popolarità del nostro marchio e quali strategie possiamo utilizzare per aumentarla.

Qui di seguito alcuni consigli utili.

Come valutare la popolarità del tuo marchio
La popolarità del tuo marchio o della tua azienda può essere misurata secondo diversi criteri e comprende l’analisi di dati e tendenze.

Un parametro, ad esempio, che indica la tua notorietà lo puoi dedurre dal traffico e dal numero di visite che ricevono le pagine web del tuo sito internet. Il grafico del traffico è interessante perché puoi valutare in maniera semplice, in base al numero di visite, se la popolarità del tuo marchio cresce nel tempo oppure no. Il traffico può arrivare da una molteplicità di strumenti: motori di ricerca, banner, pubblicità di vario tipo, social, ecc.

Un altro sistema per valutare la tua popolarità consiste nel cercare il nome del tuo marchio e sito web su Google e su altri motori di ricerca, e vedere come esso appare nelle pagine di risposta sulla base di parole chiave specifiche. I motori di ricerca danno un buon posizionamento ai siti web autorevoli e di qualità. Contestualmente, potrai anche conoscere come viene valutata online la tua azienda tramite le recensioni presenti sulla scheda Google My Business. Anche questo è un fattore da non sottovalutare e che va monitorato.

Un altro modo per valutare il tuo livello di notorietà è attraverso l’impatto che hai sui social. Questo fa riferimento ai follower, ai “Mi piace”, ai commenti e, più in generale, al coinvolgimento del pubblico. Sono buoni indicatori che ci mostrano quante persone sono consapevoli e a conoscenza del nostro marchio. Inoltre, la misura dell’impatto sui social può aiutarti a valutare quanto siano davvero efficaci i tuoi contenuti e i tuoi post.

Infine, il più tradizionale dei metodi per verificare la tua notorietà online e offline, è tramite i sondaggi. È un sistema sempre valido, caduto un po’ in disuso in ambito commerciale, ma ancora molto usato in ambito politico.

Strategie efficaci per aumentare la popolarità
Far conoscere il proprio marchio può sembrare un compito non da poco considerando la moltitudine di brand popolari e non presenti sul mercato. Tuttavia, non mancano sistemi efficaci per aumentare la notorietà del tuo marchio o della tua attività.

Se hai partecipato a festival, concerti, eventi, fiere o competizioni, avrai sicuramente notato cartelli, tabelloni e striscioni utilizzati per far conoscere gli sponsor agli spettatori, e non è raro vedere i diversi brand proporre anche gadget gratuiti. Finanziare e sponsorizzare online o offline un determinato evento è un ottimo modo per farsi conoscere, soprattutto se chi assiste o partecipa fa parte della tua clientela target. Se produci biciclette, per esempio, potrai acquisire notorietà facendo da sponsor a una gara di mountain bike. Un caso tipico è quello della Red Bull, una delle più popolari bevande energetiche presenti sul mercato. Grazie a numerose campagne di sponsorizzazione di sport estremi come motocross, snowboard e gare di velocità, questo brand si è fatto conoscere dal grande pubblico e oggi è associato a caratteristiche come audacia e coraggio. Quando beviamo una lattina di Red Bull, inconsciamente pensiamo di essere anche noi persone intraprendenti e senza paura come chi sfida le curve a 200 km/h!

Un altro modo di acquisire popolarità è attraverso la distribuzione di contenuti gratuiti e di valore. Grazie al web è possibile diffonderli con grande facilità. Questo sistema è perfetto per mostrare le caratteristiche migliori del tuo marchio a un vasto pubblico. Puoi scegliere fra tantissimi strumenti: video, blog, pagine o gruppi social, podcast e guide PDF scaricabili, sono solo alcuni dei mezzi per creare e distribuire contenuti informativi, interessanti e di valore.

Una frontiera più recente è quella delle App gratuite per smartphone, che ha permesso a diversi brand di essere sempre presenti sui dispositivi portatili dei consumatori. Con le App puoi proporre servizi gratuiti, sconti, coupon o permettere ai clienti di sfogliare cataloghi e fare acquisti direttamente dal cellulare. Le App sono molto utilizzate dalle aziende anche perché permettono, tramite le notifiche push, di inviare messaggi agli utenti direttamente negli smartphone, e sono un mezzo efficace anche per mostrare banner pubblicitari.

Al di là dei mezzi che usi, è importante dare una personalità al tuo marchio; anche questo contribuisce alla sua notorietà. Se pensi a marchi e icone famose del nostro tempo, ti renderai conto di come ognuna di loro presenti una personalità ben riconoscibile e caratteristiche peculiari che li aiutano a distinguersi. Il tuo brand deve seguire le loro orme: deve definire un’identità, una narrativa o una breve storia che lo renda subito riconoscibile, facilmente memorizzabile, consentendo ai consumatori di familiarizzare con esso. Prendiamo di nuovo come esempio la Red Bull. Sicuramente avrai visto almeno una volta le pubblicità del marchio. Di solito comprendono piccoli segmenti animati con situazioni buffe e freddure, per finire con il classico slogan “Red Bull ti mette le aaali!” che tutti conoscono, anche quelli che non bevono quella specifica bevanda energetica.

Dare, dunque, al proprio brand una personalità attraverso pubblicità e slogan di grande impatto è uno dei metodi per assicurarsi un alto livello di popolarità.

I sistemi per aumentare la notorietà del nostro brand, come abbiamo visto, sono molti e diversi. Sta a noi trovare quello più aderente e in sintonia con la nostra attività e lavorarci su con costanza. I risultati non si faranno attendere.

 



Indice del libro
 

Whatsapp